«

»

A San Siro l’Inter si gioca molto

Dopo la settimana di passione vissuta a Milano per l’affare Tevez (che secondo molti non è ancora arrivato alla conclusione), stasera nel derby milanese si affrontano due squadre in salute ma con approcci alla partita completamente diversi, perché se il Milan vista la posizione in classifica può permettersi di affrontare i rivali con relativa tranquillità, Ranieri sa benissimo che per i suoi una sconfitta vorrebbe dire la certezza di non poter più puntare al primo posto.
L’allenatore nerazzurro in conferenza stampa ha rispedito al mittente le domande sull’importanza della partita per i suoi, dicendo che è il Milan che ha tutto da perdere, ma è il primo a sapere come una eventuale sconfitta per l’Inter sarebbe di fatto la pietra tombale sulle speranze di Moratti per lo scudetto e, probabilmente, anche sulla sua esperienza sulla panchina della Beneamata.

Dall’altra parte Allegri ha consolidato la sua posizione in sella al Milan, firmando il rinnovo del contratto fino al 2014, mettendo così a tacere le voci di possibili screzi tra lui e la società rossonera, e pur avenbdo problemi a centrocampo per le troppe assenze, punterà sulla coppia d’attacco formata da Ibrahimovic e dal confermatissimo Pato.  Di contro il mister di Testaccio sembra voler puntare sul ritrovato Snejider dietro Milito unica punta, con un centrocampo a 4 in linea, il tutto per sfruttare la ritrovata vena dell’argentino Alvarez.

Paolo Nofri – 15 Gennaio 2012