«

»

Ancora pochi posti liberi nelle panchine della prossima Serie A

Come in un puzzle i vari tasselli stanno piano piano trovando posto: se fino a poche settimane fa gli unici tecnici sicuri di rimanere nella stessa squadra erano solamente Colantuomo (Atalanta), Di Carlo (Chievo), Conte (Juventus), Allegri (Milan), Donadoni (Parma) e Guidolin (Udinese), gli ultimi giorni sono stati utili per (ri)trovare posto sulle panchine ad allenatori come Pioli (Bologna), Mazzarri (Napoli), De Canio (Genoa dopo qualche “perturbazione” societaria) e Stramaccioni (confermato da Moratti all’Inter dopo molti dubbi), tutti confermati alla guida dei club con cui avevano terminato la stagione dopo incontro con i propri presidenti. Ai mister confermati va aggiunto Ventura del Torino, promosso in Serie A e blindato sulla panchina granata.

Scommetti a un livello piu altoMa, inutile negarlo, il grande protagonista del valzer delle panchine e’ stato ancora lui: Zdenek Zeman, che dopo aver guidato il Pescara ad una sorprendente promozione nella massima serie non ha resistito alla chiamata della Roma, suo vecchio amore, tornando sulla panchina giallorossa dopo ben 13 anni. Restando nella capitale, c’e’ grande curiosita’ attorno alla Lazio che dopo l’addio di Reja ha sorpreso tutti scegliendo Vladimir Petkovic, 48 anni, un allenatore proveniente dal Sion sconosciuto ai più ma sul quale Igli Tare e’ pronto a scommettere.

In tutta questa storia Vincenzo Montella, protagonista di una splendida stagione a Catania e destinato in un primo momento ad un sorprendente ritorno alla Roma, rischia di rimanere con il cerino acceso in mano, anche se l’interesse della Fiorentina nei suoi confronti sembra reale e piuttosto convinto, tanto e’ vero che la dirigenza etnea avrebbe gia’ raggiunto un accordo con l’ex Pasquale Marino, pronto a subentrare sulla panchina catanese al posto dell’ex Aeroplanino.

Dopo il passaggio di Sannino alla corte di Zamparini al Palermo (che segue quello di Perinetti, proveniente sempre dalla societa’ di Mezzaroma), il Siena dovra’ ora trovare un tecnico che accetti la panchina bianconera con tutti i dubbi relativi al futuro della societa’ toscana a causa dello scandalo del Calcioscommesse che potrebbe avere delle ripercussioni pesanti sulla prossima stagione.

A Cagliari Ficcadenti, dopo essere stato durante la stagione prima esonerato e poi richiamato dal presidente Cellino, sembra aver finalmente convinto lo staff dirigenziale e quindi sara’ confermato, mentre a Pescara il dopo Zeman si presenta al momento poco chiaro, anche se si fanno i nomi di Gasperini e Ciro Ferrara, attualmente CT dell’Under 21, come sostituti del boemo. Difficilmente la vincitrice della finale dei play off di Serie B che vede avversarie Varese (allenata da Maran ) e Sampdoria (allenata da Iachini), una volta promossa cambiera’ guida tecnica.

Giancarlo Betti – 4 Giugno 2012