«

»

Calciomercato: iniziano le danze

Con l’approssimarsi dell’apertura della prossima sessione di calciomercato invernale, che ufficialmente partira’ il 3 Gennaio 2013, tutti gli operatori del settore hanno iniziato da tempo a “scaldare i motori”, organizzando incontri e intavolando trattative per la compravendita dei calciatori, in primis gli attaccanti, da sempre merce pregiata a Gennaio.

Negli ultimi anni quello che una volta veniva considerato un mercato di riparazione e’ diventato un mese decisivo per cambiare le sorti della propria squadra, sia in chiave scudetto che nella lotta per la salvezza. L’anno scorso la telenovela Tevez (prima acquistato dal Milan, poi lasciato al City, poi nuovamente acquistato grazie ai soldi provenienti dalla cessione di Pato al PSG bloccata pero’ in extremis da Berlusconi in persona e quindi rimasto in Inghilterra) ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all’ultimo bloccando peraltro il mercato rossonero, e sono in molti a pensare che il mancato arrivo del campione argentino sia stata la causa principale del mancato scudetto del Diavolo la passata stagione.

Quest’anno ancora il Milan sembra essere il protagonista principale, con Galliani che e’ volato in Brasile per trattare la cessione di Pato e Robinho, con il primo ormai vicinissimo al rientro in patria. Con i soldi derivanti dalle cessioni dei due brasiliani l’AD rossonero potra’ poi sedersi al tavolo con i procuratori di Didier Drogba per trovare un accordo per l’acquisizione del cartellino del giocatore ivoriano, stanco e scontento della propria avventura in Cina.

Ma le altre non stanno a guardare: la Juventus, in cerca di un sostituto di Chiellini che sara’ out almeno sino a Febbraio, si e’ gia’ assicurata Peluso dall’Atalanta, e ora Marotta dovra’ concentrarsi sul quinto attaccante che prendera’ il posto lasciato vacante in rosa dal danese Bentdner dopo l’infortunio. Analogalmente il Napoli dovra’ sostituire il proprio capitano Cannavaro (squalificato anche lui per l’assurda legge sportiva dell’omessa denuncia) e dopo la cessione gia’ avvenuta di Aronica al Palermo i difensori in rosa sono pochi per Mazzarri che chiede rinforzi. Inoltre c’e’ il problema Edu Vargas, pagato fior di milioni l’anno scorso e ancora alla ricerca di spazio. Probabile una sua partenza. Inter e Roma invece per motivi diversi sembrano poco interessate a questa sessione di calciomercato, e sfrutteranno questo periodo esclusivamente per sfoltire la rosa, anche se ai nerazzurri manca un viceMilito, richiesto a gran voce dal tecnico Stramaccioni.

La Lazio di Lotito, che conta più di 30 giocatori in rosa (!) iniziera’ sfoltendo i propri ranghi, ma alla fine piazzera’ il colpo, cosi’ come la Fiorentina che e’ in cerca di un attaccante che possa supplire all’assenza di El Hamdaoui (in Coppa d’Africa). In coda prevista solita rivoluzione al Genoa e consueto “riassemblaggio” a Palermo, grazie anche al nuovo AD Lo Monaco, mentre a Cagliari, causa mancanza di denaro, si segnala solita burrasca in un bicchiere d’acqua.