«

»

Cavani lancia il Napoli in testa alla classifica

Grande festa ieri al San Paolo per la splendida vittoria dei partenopei contro una avversaria diretta come la Lazio di Petkovic. Un Cavani show davanti al quale i biancocelesti non hanno saputo opporre resistenza, restando in balia dell’avversario per tutta la partita. La squadra di Mazzarri balza cosi’ in testa alla classifica agguantando la Juventus fermata sullo 0-0 a Firenze dai padroni di casa ed apparsa in difficolta’ sia fisica che tattica. Per i bianconeri gia’ sabato sera nell’anticipo allo Juventus Stadium contro la Roma dell’acerrimo nemico Zeman ci sara’ l’opportunita’ di riprendere la corsa scudetto, anche se non sara’ facile superare la compagine giallorossa.

Proprio la Roma ha perso un’altra occasione per migliorare la propria classifica nonostante sia stata in superiorita’ numerica per buona parte della partita contro una Sampdoria mai doma che avra’ certamente soddisfatto il proprio tecnico Ferrara. Grave pero’ l’errore di Stekelenburg che ha consentito a Munari di realizzare il goal dell’1-1, vanidicando cosi’ in parte la realizzazione di Francesco Totti, giunto alla rete n. 216 in Serie A.

Pronto riscatto per le milanesi dopo la debacle del turno precedente, ma la vittoria a Verona dell’Inter e del Milan in casa contro il Cagliari non devono ingannare, perche’ i problemi rimangono. I nerazzurri di Stramaccioni continuano a non convincere sotto l’aspetto dell’organizzazione di gioco e vivono sui colpi dei singoli. Inoltre l’abbondanza di giocatori offensivi rischia di mandare in confusione il giovane allenatore nerazzurro. Discorso simile si puo’ fare per i cugini milanisti, che hanno avuto la meglio contro un Cagliati ridotto in dieci (espulso il capitano Conti) grazie ad una doppietta del talento italo-egiziano El Shaarawy. Nonostante avesse raggiunto presto il vantaggio il Milan non ha dato l’impressione di poter controllare la partita, rischiando in più di una occasione di subire il pareggio dei sardi.

In chiave salvezza da segnalare la vittoria del Pescara sul Palermo di Gasperini e del Catania in rimonta sull’Atalanta, mentre Torino (in casa contro l’Udinese) e Parma (a Marassi contro il Genoa) muovono la classifica pareggiando, in attesa del risultato di Siena dove il Bologna affrontera’ i padroni di casa.

Giancarlo Betti – 27 Settembre 2012