«

»

Confederations Cup: vince il Brasile, come previsto

Alla fine e’ andata come molti (se non tutti) avevano previsto: il Brasile di Neymar si e’ aggiudicato la Confederations Cup affrontando in finale la Spagna Campione del Mondo e biCampione d’Europa in carica. Una finale senza storia, in cui le Furie Rosse sono apparse sempre in ritardo rispetto ai verdeoro, che hanno chiuso la partita nel primo tempo grazie ai goal di Fred e proprio del numero dieci brasiliano (di Fred il terzo goal nel secondo tempo).

Vittoria meritata quella della nazionale allenata da Felipe Scolari, che ha impostato la squadra su giocatori esperti in difesa (Julio Cesar, Dani Alves, Thiago Silva, David Luiz, Dante, Marcelo), su una coppia di centrocampisti robusti ma dai piedi “educati” come Paulinho e Luis Gustavo, e sulla fantasia e la potenza dei tre attaccanti (Hulk, Neymar, Oscar, Lucas) dietro il centravanti Fred.

La compagine brasileira e’ cresciuta con l’andare avanti della competizione, battendo Giappone, Messico, Italia, Uruguay e appunto la Spagna, convincendo per l’attenzione mostrata in campo e per la dedizione con cui i giocatori hanno seguito le direttive del proprio CT, che sa benissimo di avere di fronte la possibilita’ di passare alla storia in caso di vittoria ai prossimi Mondiali, ma sa anche di rischiare di porre fine alla propria carriera in patria in caso di “non vittoria” nel 2014, perche’ per il popolo brasiliano un altro Maracazao sarebbe una catastrofe. Sportiva e non sportiva.