«

»

Euro 2012: per l’Italia ostacolo Hodgson. Prandelli si affida a Balotelli

“E’ finito il campionato. Ora inizia la coppa“. Queste parole del CT della Spagna Vicente Del Bosque dette pochi giorni fa dopo la fase a gironi sintetizzano perfettamente l’importanza delle partite come quella che oggi a Kiev vedra’ opposte Italia e Inghilterra, due squadre che per motivi diversi non hanno finora convinto ma che potrebbero stupire tutti da qui in avanti.

Gli inglesi sono arrivati ad Euro 2012 senza grandi aspettative dovute al cambio in panchina, dove una vecchia volpe come Hodgson ha preso il posto di Fabio Capello, mai amato dai tifosi e dalla stampa, e ad una serie di defezioni (Lampard in primis) e polemiche in serie (su tutte quelle riguardanti le presunte offese razziste di John Terry nei confronti di Anton Ferdinand, fratello di Rio Ferdinand, che e’ costata la fascia di capitano al giocatore del Chelsea e che ha poi portato alle dimissioni di Capello), il tutto unito ad un gioco non certo spumeggiante e gradevole. Ma piano piano il neo CT britannico e’ riuscito a plasmare una squadra coriacea che sa sfruttare le sue doti e i suoi giocatori più forti, con Gerrard che si e’ impossessato del centrocampo e Rooney che dopo aver scontato due giornate di squalifica e’ ora pronto per giocare. Forte sugli esterni, l’Inghilterra e’ apparsa vulnerabile nel portiere (Hart) e al centro della difesa, dove Lescott e il gia’ citato Terry non sempre sono stati irreprensibili.

Cassano e Balotelli @ 10.00 primi marcatori

Di contro Prandelli sembra avere le idee piuttosto chiare, ed ha deciso di puntare nuovamente sulla difesa a quattro (seppur orfana dell’infortunato Chiellini) e su Balotelli titolare accanto a Cassano con Thiago Motta trequartista. Restano i dubbi sull’efficacia di questo schieramento che vede il centrocampista italobrasiliano fuori ruolo (e a corto di fiato per quanto si e’ visto finora) e il talento di Bari vecchia in evidente difficolta’ atletica, cosa questa che contro gli inglesi potrebbe alla lunga risultare controproducente, ma il CT crede nei suoi uomini e ha puntato tutto su di loro. Bastera’?

Italia vince @ 2.90

Giancarlo Betti – 24 Giugno 2012