«

»

Europei 2012: Prandelli orientato verso il 3-5-2

Finalmente ci siamo. Dopo settimane intere spese a parlare di indagini, calcioscommesse, polemiche, giornalisti e magistratura, domenica 10 Giugno alle ore 18 contro la Spagna Campione del Mondo e Campione d’Europa in carica partirà l’avventura della Nazionale italiana agli Europei in Polonia e Ucraina. Il CT Prandelli, dopo le tre sconfitte consecutive nelle ultime partite giocate, sembra ormai orientato verso uno schieramento simile a quello scelto da Antonio Conte nelle ultime undici partite della sua Juventus poi Campione d’Italia, quel 3-5-2 che la maggior parte dei giocatori convocati conosce bene, avendoci giocato per la maggior parte della stagione.

Italia 1-0 a quota 10

Per l’esordio contro le Furie Rosse il CT, complice anche l’infortunio di Barzagli che probabilmente verrà rispedito a casa (già convocato il cagliaritano Astori al suo posto) sembra orientato a schierare De Rossi tra i tre centrali difensivi vicino Bonucci e Chiellini con Maggio e Balzaretti sugli esterni. Questo schieramento difensivo consentirebbe al centrocampo a tre con Pirlo regista e Thiago Motta e uno tra Marchisio e Montolivo ai lati, di supportare meglio l’attacco composto da Cassano e Balotelli, quest’ultimo considerato dagli scommettitori come il probabile capocannoniere degli Azzurri (William Hill lo quota addirittura a 34 come capocannoniere del torneo!).

Ma, ed è inutile girarci intorno, questa competizione si presenta molto difficile per la nostra Nazionale, uscita a pezzi dal Mondiale in Sudafrica del 2010 e faticosamente ricostruita da Prandelli, che di fatto deve fare bene senza avere a disposizione un centravanti di livello internazionale e deve puntare tutto su un Cassano reduce da un infortunio molto grave, sperando che il barese dimostri finalmente ai suoi detrattori il proprio valore anche a livelo internazionale. Proprio il reparto avanzato, in cui compaiono anche Totò Di Natale (strepitoso con la maglia dell’Udinese ma decisamente anonimo quando ha giocato per l’Italia), Fabio Borini (due/tre mesi buoni con la Roma, poi complice un infortunio sparito dalla circolazione) e Sebastian Giovinco, reduce dalla sua migliore stagione come professionista (15 goal in campionato) e pronto a giocarsi le sue carte.

Balotelli Primo Marcatore a quota **14.00**

Maria Caligiuri 9 Giugno 2012