«

»

Juve: da Van Persie a…Bendtner!

La tifoseria bianconera e’ in subbuglio: il mancato arrivo del tanto annunciato (per il secondo anno consecutivo!) top player ha definitivamente fatto esplodere il malcontento generale nei confronti dell’AD juventino Giuseppe Marotta, ritenuto il principale responsabile per i no ricevuti da Van Persie, Cavani, Suarez, Higuain, Jovetic, Dzeko, Llorente, Pazzini, fino ad arrivare alla tragicomica situazione-Berbatov, scippato alla Fiorentina (forse per ripicca dopo il rifiuto di 30 mln cash per l’asso montenegrino) e poi volatilizzatosi in poche ore con destinazione Fulham.

Marotta per primo sapeva bene come l’arrivo di un attaccante di livello internazionale fosse fondamentale per l’ulteriore crescita della squadra rimasta imbattuta in campionato la stagione scorsa, sopratutto in vista dell’impegno in Champions League, ma incredibilmente e’ sembrato poco deciso nel scegliere la strada giusta per rinforzare il reparto avanzato che aveva perso la bandiera Del Piero e Borriello (tornato al Genoa proprio l’ultimo giorno di mercato), e che necessitava di rinforzi adeguati per permettere alla squadra di Conte di primeggiare in Italia, mentre gli arrivi di Giovinco (strapagato secondo molti operatori neutrali) e del danese Bendtner non sembrano aver minimanente migliorato la qualita’ generale del parco attaccanti.

 

L’allenatore bianconero quindi e’ chiamato, per il secondo anno consecutivo, a compiere un miracolo sportivo, reso ancor più difficile dalla squalifica di 10 mesi inflittagli per il Calcioscommesse (a nostro parere ingiusta e immotivata vista la risibile credibilita’ del “pentito” Carobbio), ma mentre il mister leccese puo’ contare sull’appoggio incondizionato di tifosi e societa’, il presidente juventino Andrea Agnelli inizia a nutrire seri dubbi sulle capacita’ del proprio AD, oltretutto con il contratto in scadenza giugno 2013. A buon intenditor…

Maria caligiuri

2 Settembre 2012