«

»

Juventus-Bologna: ultima chiamata per molti giocatori

E’ vero che a parole gli allenatori e i giocatori dicono sempre di voler onorare la Coppa Italia, ma per la Juventus di Antonio Conte, fuori dall’Europa calcistica, questa competizione diventa l’unica oltre al campionato dove poter dare spazio a chi finora ha giocato meno. Certo che a leggere la lista dei convocati non si direbbe che il tecnico bianconero voglia sottovalutare l’ostacolo Bologna: Manninger, Storari, Sluga; Chiellini, De Ceglie, Barzagli, Bonucci, Sorensen; Pazienza, Pepe, Marchisio, Elia, Giaccherini, Krasic, Estigarribia, Marrone; Del Piero, Quagliarella, Toni.

Negli ultimi anni la Juventus è spesso incappata in eliminazioni dolorose da questa competizione, perdendo spesso l’occasione di arricchire il proprio palmares a causa della presunzione dimostrata nell’affrontare avversari considerati, ingiustamente, inferiori. Il rischio si ripresenta questa sera contro un Bologna che ha lasciato a casa il suo bomber ritrovato Di Vaio e che deve affrontare il Milan nel prossimo turno di campionato: il pronostico è tutto dalla parte dei bianconeri che potranno contare sull’effetto “Juventus Stadium”, anche oggi sold out, ma Del Piero & co. Faranno bene a non sottovalutare il pericolo felsineo, memori anche del pareggio casalingo conseguito in campionato qualche mese fa.

Proprio lo sforzo effettuato dal numero dieci bianconero per essere in campo stasera dopo il terribile infortunio di domenica scorsa simboleggia il nuovo spirito della Juventus di Conte, dove tutti vogliono dare il proprio contributo perchè sanno che basta poco per cambiare le gerarchie interne alla squadra: l’esempio più evidente è il paraguiano Estigarribia, utilizzato con sempre più frequenza dal tecnico salentino e risultato decisivo per la rimonta bianconera al San Paolo. I vari Elia, Krasic e Toni sono avvisati. Ora sta a loro.

Francesca Rossetti  – 8 dicembre 2011