«

»

Napoli: caos Mazzarri

Come un fulmine a ciel sereno alla fine del match perso dalla sua squadra a Torino contro la Juventus e’ arrivata la clamorosa dichiarazione del tecnico del Napoli Walter Mazzarri, che ha confessato di non voler rinnovare il contratto in scadenza con i partenopei per potersi cosi’ prendere un anno di pausa.

 

Una decisione inattesa quella dell’allenatore livornese e una uscita per molti inopportuna visto il momento della squadra, apparsa in difficolta’ dal punto di vista fisico e, sopratutto, mentale. La sconfitta subita in casa della capolista sembra aver tramutato lo spogliatoio di Soccavo in una polveriera, con gli “anziani” del gruppo (a cui si sono aggiunti due giocatori esperti come i nuovi arrivati Gamberini e Behrami), fedelissimi del mister, schierati contro i giovani parsi non all’altezza in più di una occasione, come peraltro dichiarato più volte dal tecnico partenopeo.

 

Se pero’ Insigne e’ considerato un capitale tecnico dalla societa’, altrettanto non si puo’ dire per Vargas, pagato 12 mln di euro ed ora in cerca di una sistemazione che gli consenta di giocare con continuita’, per dimostrare la bonta’ della spesa effettuata nel Gennaio scorso dal DS Bigon, anche lui sotto esame da parte del patron De Laurentiis.

 

In tutto questo pero’ il Napoli e’ ancora secondo a soli tre punti di distacco dalla Juventus, e per una squadra che puo’ contare solamente su 14/15 giocatori (i “titolarissimi” come li chiama Mazzarri più uno tra Britos e Fernandez, Dossena, Dzemaili e Insigne) questo e’ un grande risultato. Possibile che a Napoli non se ne rendano conto?

31 Ottobre 2012