«

»

Serie A: pausa salutare per tutti

imagesDopo il tour de force delle ultime settimane, che ha visto alcune squadre impegnate 7 volte in poco piu’ di 20 giorni, la pausa del campionato per gli impegni delle squadre nazionali consentira’ di tirare un po’ il fiato agli allenatori e a quei giocatori (pochi per quanto riguarda le compagini impegnate nella lotta al vertice) che non dovranno rispondere alle convocazioni dei propri CT.

Scorrendo la classifica dall’alto verso il basso si puo’ tranquillamente dire che la sosta servira’ un po’ a tutti: alla capolista Roma per recuperare le energie spese in questo fulminante avvio di stagione nonche’ a ritrovare alla ripresa del campionato alcuni giocatori importanti fuori da tempo causa infortuni piu’ o meno gravi, cosi’ come alla Juventus che alla ripresa delle partite potra’ contare sui rientri di Lichtsteiner, Chiellini, Vidal e Vucinic.

Pausa rigenerante anche per il Napoli che avra’ la possibilita di preparare al meglio le prossime partite, in cui giochera’ 3 volte su 4 al San Paolo. Inoltre Benitez potra’ contare sull’ultimo acquisto, lo svincolato Reveillere, un esterno difensivo che andra’ a coprire le lunghe assenze di Mesto e Zuniga. Anche all’Inter di  Mazzarri serviranno questi giorni di allenamenti alla Pinetina per rinsaldare il gruppo, grazie anche alla presenza di Javier Zanetti, tornato in campo proprio sabato scorso contro il Livorno dopo il grave infortunio che lo aveva colpito lo scorso campionato.

Questi giorni di riposo saranno utili a Vincenzo Montella e a tutto l’ambiente della Fiorentina che aspetta il rientro di Mario Gomez, ormai vicino. Inoltre l’impegno con la Nazionale di Giuseppe Rossi dovrebbe esaltare ancor di piu’ l’attuale capocannonniere della Serie
A.

Discorso non dissimile per Lazio e Milan, cui i 15 giorni senza partite ufficiali potranno solo far bene viste le difficolta’ che hanno evidenziato nelle ultime partite. Se a Formello Petkovic sembra nonostante tutto godere ancora della fiducia del presidente Lotito e del DS Tare, a Milanello Massimiliano Allegri sembra sempre piu’ abbandonato al proprio destino da parte della proprieta’ rossonera, al momento impegnata in uno scontro generazionale tra Barbara Berlusconi, determinata a prendere il potere in societa’, e Adriano Galliani, storico sodale del papa’ di Barbara e a cui si devono i maggiori successi calcistici del Milan degli ultimi 25 anni. Uno scontro epocale ed improbabile fino a pochi mesi fa, ma la giovane Barbara sembra ormai destinata al comando del Diavolo.