«

»

Serie A: pochi cambiamenti societari ma alcune scelte curiose

Scommetti a un livello piu altoPrima la dirigenza, poi lo staff tecnico ed infine i giocatori: negli ultimi anni questa e’ stata la sequenza delle operazioni di calciomercato delle società in Italia, e anche nel 2012 e’ stato rispettato questo (logico a nostro parere) ordine.

Contrariamente all’estate scorsa pero’ non abbiamo assistito a rivoluzioni societarie ad alto livello, ma solo a qualche aggiustamento secondario (curiosa la vicenda di Fassone, ex Juventus della Triade ed ex Napoli passato all’Inter per sostituire Paolillo, “promosso” ad altri ruoli), fatta eccezione per la Fiorentina (che dopo l’addio di Corvino e molti dubbi sul suo sostituto, ha scelto Prade’, ex DS della Roma, abituato a costruire buone squadre spendendo poco) e per il Genoa, dove Preziosi ha fatto un passo indietro ingaggiando Lo Monaco dal Catania e nominandolo Amministratore Delegato della societa’, confermando allo stesso tempo Capozucca come DS.

Proprio la scelta del patron genoano ha costretto il Catania a trovare un sostituto per l’ex DG etneo, trovando in Gasparin l’uomo giusto, ma di certo il Presidente Pulvirenti dovra’ adoperarsi molto sul mercato per ovviare all’assenza della competenza del neo AD del Grifone, la cui conoscenza del mercato sudamericano, e argentino in particolare, e’ stata fondamentale per la crescita del Catania come squadra e come societa’. Anche il Palermo di Zamparini ha cambiato nuovamente Direttore Sportivo, scegliendo questa volta Giorgio Perinetti, reduce da un ottimo biennio al Siena e da tempo nel mirino del vulcanico presidente rosanero. Restano i dubbi sulla convivenza tra i due, dati i precedenti defenestramenti dei vari Sogliano, Cattani, Sagramola, Miccichè e Panucci nell’ultima stagione!

Grande curiosità intorno al Torno di Urbano Cairo, tornato finalmente nella massima serie, che sembra voler affiancare al DS Petrachi, suo uomo di fiducia, una figura esperta e di provata capacità sul mercato, soprattutto quello dei giovani. Il perfetto identikit di Pantaleo Corvino, ormai libero dalla Fiorentina e pronto a rituffarsi in una nuova avventura.

Giancarlo Betti – 4 giugno 2012