«

»

Mercato fermo in attesa delle comproprieta’

Mentre gli operatori di mercato sono in Polonia e Ucraina a visionare nuovi e vecchi talenti, i dirigenti sportivi italiani saranno alle prese fino al 22 Giugno prossimo con le trattative incrociate per le varie risoluzioni delle comproprieta’, una forma di possesso del cartellino del giocatore decisamente anomala e, ovviamente, presente solo in Italia.

 

Anche quest’anno sono parecchi i giocatori il cui cartellino e’ diviso a meta’ e le cui sorti sono ad oggi ancora sconosciute, ma tra tutti indubbiamente e’ il caso di Sebastian Giovinco a tenere banco. La “Formica Atomica” e’ reduce da un ottimo campionato a Parma (15 goal ed innumerevoli assist) – terminato con la convocazione del CT Prandelli per gli Europei in Polonia e Ucraina – che ha fatto lievitare il suo valore ripagando cosi’ con gli interessi l’investimento effettuato dal presidente ducale Ghirardi l’estate scorsa (3,5 mln di euro per la meta’ del giocatore, mentre oggi la valutazione totale del giocatore si aggira intorno ai 20!), e mettendo nei guai il DG della Juventus Marotta che ora si trova nella difficile posizione di dover spendere molto di più di quanto probabilmente preventivato per rientrare in possesso del giocatore o di cedere la propria meta’ del cartellino incassando una bella cifra ma perdendo comunque il neoazzurro cresciuto, lo ricordiamo, nelle giovanili bianconere.

Oltre al piccolo fenomeno definitivamente sbocciato a Parma quest’anno, altri giocatori reduci da una buona stagione sono attualmente in sospeso tra due societa’ e non conoscono il loro futuro: tra tutti segnaliamo gli azzurri Fabio Borini a meta’ tra Parma e Roma, Alessandro Diamanti, il cui cartellino e’ diviso tra Bologna e Brescia, ed Emanuele Giaccherini, conteso da Juventus e Cesena, anche se e’ praticamente certa la sua conferma in maglia bianconera.

 

Scorrendo la (lunga) lista fornita dalla Lega Calcio tra i molti giovani italiani con il cartellino in comproprieta’ troviamo Ciro Immobile, capocannoniere uscente della Serie B (nel Pescara di Zeman), a meta’ tra Genoa e Juventus, Mattia Destro, rivelazione del Siena e a meta’ proprio tra toscani e Genoa, Stephan El Shaarawy, la cui conferma al Milan sembra certa ma comunque la dirigenza rossonera sa bene che dovra’ trovare un accordo con il presidente del Genoa Preziosi (detentore dell’altra meta’ del cartellino), ed Emiliano Viviano, portiere del giro della Nazionale, al centro di un vero e proprio intrigo di mercato che vede coinvolte Palermo e Inter (proprietarie del cartellino del giocatore), nonche’ Genoa, Fiorentina e Torino, tutte interessate all’estremo difensore in vista della prossima stagione.

Insomma, mentre nel resto d’Europa in questo periodo si gettano le basi per gli acquisti di nome (vedi Lavezzi o Thiago Silva in procinto di passare al PSG), da noi le societa’ cercano di ragranellare qualche spicciolo entro il 22 Giugno per poter poi agire sul mercato.

 

Francesca Rossetti – 13 Giugno 2012